• Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Add alt text
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Button
  • Button
  • Button
  • Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Button
  • Button

Piante mediterranee

La vegetazione spontanea di tutto il Bacino Mediterraneo è la più bella che si possa vedere. E’ ricca di fioriture colorate e prolungate, sopportano il caldo e spesso anche la siccità dei mesi estivi, amano il sole diretto e non necessitano di molte cure: sono le piante del giardino mediterraneo; è un particolare tipo di vegetazione molto adatto per creare un angolo particolare nel giardino, spesso purtroppo soffrono un po’ il freddo, ma nelle zone ad inverni molto rigidi posso essere coltivate in contenitore, in modo da poter essere spostate in luogo riparato nei mesi freddi. Nella realizzazione del nostro giardino di casa si può pensare di ricorrere a questo tipo di piante che sapranno donare angoli caratteristici e, con le loro fioriture, ci faranno assaporare l’alternarsi delle stagioni. Le piante mediterranee comprendono alberi come l’ulivo, il leccio, la sughera, arbusti come l’oleandro, il corbezzolo, la feijoa, il pittosporo, la yucca, il phormium, la dracena e cespugli come il rosmarino, il timo, la santolina, l’origano, la liquirizia, etc., La scelta è quindi molto ampia.

Share by: